capodannoagrigento.com - cenoni, feste, discoteche, hotel, agriturismi, tutto su come passare il capodanno ad Agrigento e provincia

Info & Prenotazioni:

Scrivici info@capodannoagrigento.com

La storia di Agrigento

La storia della città rivive ancora nei bellissimi monumenti di Agrigento

Storia di AgrigentoAgrigento è stata fondata su un altopiano a picco sul mare, con due fiumi vicini, Hypsas e Akragas, oltre che con una cresta a nord in grado di offrire un certo grado di fortificazione naturale.

 

La sua creazione ha avuto luogo intorno al 580 a.C. ed è attribuita a dei coloni greci provenienti da Gela, che la chiamarono Akragas.

 

La città è cresciuta rapidamente, diventando una delle più ricche e famose delle colonie greche della Magna Grecia.

 

E' venuta alla ribalta nel corso del 6º secolo, nella lotta ai tiranni Falaride e Theron, ed è diventata una democrazia dopo la caduta del figlio di Thrasydaeus, figlio di Theron. Anche se la città è rimasta neutrale nel conflitto tra Atene e Siracusa, la sua democrazia è stata rovesciata quando la città fu saccheggiata dai Cartaginesi.

 

La città fu contesa tra Romani e Cartaginesi durante la prima guerra punica. Dopo la guerra tra queste due potenze con l'accordo di pace definitivo Akragas passò a Roma. Dopo aver perso nuovamente la città i Romani la ricatturarono nel 210 aC e la ribattezzarono Agrigento.

 

La popolazione della città è diminuita durante gran parte del periodo medievale, ma si è ripresa dopo il 18° secolo. Nel 1860, gli abitanti hanno sostenuto con entusiasmo Giuseppe Garibaldi nella sua conquista del sud Italia nel corso dell'Unità d'Italia. La città ha infine subito una serie di bombardamenti distruttivi durante la seconda guerra mondiale.

 

Tra i monumenti storici più famosi ci sono sicuramente i templi, come quello di Concordia e quello di Juno Lacinia. Per gli amanti della storia e dell'archeologia, da non mancare è una visita alla valle dei Templi, oggi patrimonio dell'umanità da parte dell'UNESCO.

 

Molto bella anche la cattedrale e i tanti edifici in puro stile barocco che adornano la città siciliana, tutti da vedere ed ammirare.

publisher
back to top